Animali

L'aspetto dei cavalli di razza Mustang e il loro modo di vivere

In natura, gli animali più belli sono i cavalli, specialmente quelli selvatici. Il più attraente tra loro sono i mustang. Sono state fatte molte storie e filmati su questi animali amanti della libertà, belli e forti.

Cosa sono questi mustang: i cavalli selvaggi? Come vivono in natura? Tutto questo e le loro abitudini si possono trovare in questo articolo.

Com'è iniziata la storia dei mustang?

I Mustang sono cavalli selvaggi il cui destino è stato lungo e non così semplice. Ci sono molti momenti tristi e tragici nella loro storia. Una volta in America, circa 10 mila anni fa, tutti i cavalli si estinsero.

Poi, nel XVI secolo, nuovi cavalli furono portati in America dai conquistatori spagnoli. All'inizio, gli indiani non volevano riconoscere strani animali a loro sconosciuti: uccisero e mangiarono tutti i cavalli che venivano da loro. Ma presto ci fu la consapevolezza del valore di un animale come un mezzo di trasporto veloce e potente e un grande aiuto nella battaglia e nella caccia.

Gli indiani, a differenza degli europei, cavalcavano cavalli senza sella, e i cavalli erano addestrati ad obbedire anche al bisbiglio del cavaliere, oltre a una chiara risposta ad ogni movimento del proprietario. L'indiano si è praticamente unito al suo insostituibile amico in un tutt'uno.

Così, passando da una tribù all'altra, i cavalli iniziarono a diffondersi in quasi tutto il territorio degli Stati Uniti. Ma ci sono stati casi in cui i corridori sono fuggiti da una persona e si sono liberati. E gli stessi indiani spesso abbandonarono gli animali malati, stanchi e zoppi per il loro destino.

Nel corso del tempo, le mandrie di mustang selvatici cominciarono ad apparire sulle vaste distese di praterie. La parola "mustang" è probabilmente derivata dal mestenos (spagnolo). Cosiddetta pecora, randagi dalla mandria. Quindi cavalli liberi e sorprendentemente belli apparivano in natura.

Sulla futura vita libera dei mustang

A causa del fatto che non c'erano predatori pericolosi, nulla impediva la vita tranquilla e libera di grandi mandrie di mustang selvatici. Il loro numero è cresciuto così velocemente che nella metà del 19 ° secolo circa 2 milioni di mustang stavano già girovagando per le distese dell'America.

All'inizio, il sangue dei piloti arabi e andalusi scorreva nelle loro vene, ma gradualmente i cavalli nobili venivano incrociati più spesso con altre razze. Sopravvissuto in natura, solo i cavalli più resistenti con una salute eccellente.

Descrizione Mustang

Altezza in garrese mustang - da 135 a 155 centimetri.

A causa dell'origine mista (sangue andaluso e arabo, cavalli locali) i mustang hanno un aspetto completamente diverso. I migliori rappresentanti di questa razza hanno zoccoli forti, gambe forti e un fisico muscoloso pieghevole.

Il peso del Mustang raggiunge i 500 kg. I seguenti semi si differenziano tra loro: pinto, rosso, alloro, appaloosa e altri.

Differenze di mustang dai cavalli domestici

Mustang - un animale che ha, come si è scoperto sopra, una straordinaria storia di origine.

È generalmente accettato che tutto cominciò con il fatto che i cavalli domestici diventarono selvaggi per alcune ragioni. C'è una versione che è per questo che hanno preso il nome "Mustang" (tradotto come "selvaggio" o "randagio"). In ogni caso, molte delle caratteristiche di quel cavallo domestico sono oggi conservate in natura.

La fusione di diversi semi attraversandoli avvenne in connessione con il movimento. Così, la migrazione di cavalli spagnoli e francesi, favorì l'emergere di una progenie completamente nuova con una mescolanza di fregi sanguigni, pony e corrieri. Nel processo di selezione, solo i più forti e i più forti sono sopravvissuti, in seguito usati per cavalcare e trasportare pesi.

Mustang è un animale, la principale differenza di cui da antenato (cavallo domestico) è grande velocità, resistenza, forza tremenda e contenuto senza pretese. Certo, c'è una differenza negativa: il cavallo è domestico, in contrasto con il Mustang amante della libertà, più malleabile nell'allenamento. La Mustang si distingue per il suo essere sfrenato e insubordinato, può percepire una persona come un maestro, ma solo come una persona che rispetterà. E la Mustang esteriormente differisce dal cavallo domestico, è di dimensioni più piccole.

Fatti interessanti di Mustang

Mustang è un animale con numerose caratteristiche che non possono essere descritte in un piccolo articolo. Ecco alcuni dei fatti interessanti, oltre a quelli sopra:

• Se prima contavano circa 2 milioni di teste, poi dopo la spietata caccia di persone a cavallo per motivi di carne e di pelli, il loro numero era molto ridotto e ammontava a circa 20 mila.

• C'è una moneta Mustang in Nevada (valore nominale di 25 centesimi).

• Il governo degli Stati Uniti ha preso i mustang sotto protezione a livello legislativo.

• Una cavalla mustang è solitamente separata dal suo branco alcuni giorni prima del parto e cerca un rifugio temporaneo. Il neonato inizia a camminare poche ore dopo la nascita e pochi giorni dopo ritorna insieme alla mandria.

Cavallo nero

Mustang può essere nero. Un bel cavallo è un cavallo nero, che ha sempre un valore. Di solito questo seme è preferito da persone decise e potenti. Tale cavallo ha un colore nero con una tinta bluastra.

Si ritiene che il cavallo di A. Macedone sia un rappresentante di questo particolare seme. Il fisico bello e potente, l'aspetto regale e il carattere formidabile hanno unito questo cavallo nero in sé.

I semi di base dei mustang sono quattro: grigio, alloro, nero e rosso. Dalla tuta nera sorse e altre specie, ad esempio, nero fumoso.

conclusione

Mustang: l'animale è molto forte. Tali cavalli partecipano con successo a competizioni sportive, diventano vincitori di numerosi concorsi internazionali.

Va notato che in Russia c'è l'isola di acqua, che si trova nel mezzo del lago turkmeno Manych-Gudilo. È sorprendente che questo territorio fosse occupato da una grande mandria di cavalli mustang. Vivono lì per circa 50 anni. Un fenomeno come questo è inesplicabile per nulla, anche se gli scienziati stanno cercando di determinare come sono arrivati ​​su quest'isola. Ci sono una varietà di versioni.

L'aspetto del nome e della razza mustang

Più di diecimila anni fa, veri cavalli selvaggi scomparvero completamente dal territorio del continente americano.

Poi i primi cavalli (domestici) sono apparsi qui insieme ai colonialisti spagnoli, che hanno aperto questa parte del mondo verso l'Europa. Altri europei li hanno seguiti in queste terre fertili e, naturalmente, hanno portato i loro cavalli con loro. In quel momento di difficoltà, l'America era scarsamente popolata e gli animali spesso si scatenavano, combattendo contro la mandria, perdendo i loro padroni o fuggendo dai campi di battaglia. Condizioni climatiche quasi perfette per loro hanno contribuito al rapido adattamento alla vita selvaggia. I mustang devono il loro nome alla parola spagnola "mesteno", che significa "nessuno" o "selvaggio".

Così, l'inizio di una nuova specie di cavalli selvaggi mette animali domestici ordinari. All'inizio del XX secolo, il numero del loro bestiame ha raggiunto diversi milioni, che non potevano non attirare l'attenzione di numerosi cacciatori. I mustang sono stati attivamente sterminati per ottenere pelli e carne. Inoltre, iniziarono a "addomesticare" attivamente, perché in ogni economia questi animali forti, duraturi e belli erano apprezzati.

Come risultato di molti anni di sterminio e addomesticamento - al momento questo tipo di cavalli selvaggi è sull'orlo dell'estinzione. I mustang sopravvissuti si concentrano principalmente nei territori delle riserve nazionali e sono sotto la protezione dello stato.

Differenza di un mustang da un cavallo domestico

Poiché gli antenati di questi cavalli erano normali cavalli domestici, esteriormente sono molto simili ai moderni cavalli da corsa. Come risultato dell'evoluzione naturale, il sangue scorre nelle vene di questi animali come tipi di cavallo, razze pesanti e persino pony. Tuttavia, secondo le leggi della selezione naturale, si formò una specie di cavallo del tipo superiore, poiché le qualità ad alta velocità di tali animali rendevano possibile allontanarsi facilmente dai predatori e da altre minacce che intrappolano i loro cavalli allo stato selvatico. Tuttavia, il progetto di razza ha lasciato il segno nei mustang, dotandoli di notevole forza e resistenza.

I principali vantaggi qualitativi di questi cavalli selvaggi rispetto ai cavalli domestici sono:

  • grande forza muscolare
  • maggiore velocità
  • maggiore resistenza
  • alto livello di semplicità
  • sistema immunitario più forte.

Tutte queste qualità potrebbero essere formate solo nelle condizioni della natura selvaggia, dove la vita dell'animale dipende direttamente da loro.

Il principale svantaggio di questi cavalli è il loro carattere.

Mustang - un cavallo è molto amante della libertà e caldo, il che è molto difficile da addestrare. Solo un uomo forte fisicamente e spiritualmente può guadagnarsi il rispetto di questo cavallo orgoglioso. Ma se il cavaliere è riuscito a sottomettere il bell'uomo caldo, non riusciva a trovare un amico più leale e devoto. Come un cavallo da sella, il mustang è uno dei migliori animali.

Aspetto e stile di vita

I mustang sono cavalli di media taglia. Il loro peso medio raramente supera i quattro chilogrammi e l'altezza al garrese è di solito di circa un metro e mezzo. Questi cavalli sono caratterizzati da una costituzione leggera, che rende facile ottenere una grande velocità. Il colore può essere quasi qualsiasi cosa, ma il più delle volte ci sono campioni di alloro, rosso e pinpe. Sebbene un Mustang nero o grigio chiaro non sia raro.

Come altri tipi di cavalli selvaggi, i mustang si riuniscono in branchi chiamati mandrie. In ogni famiglia di mandrie c'è un leader (il più forte stallone sessualmente maturo) e la cavalla principale (la femmina più esperta e intelligente).

La funzione principale dello stallone principale è proteggere la famiglia e fertilizzare le femmine. Il suo diritto di guidare il maschio alfa deve costantemente dimostrarsi in lotta con altri stalloni. In generale, i maschi esperti di circa sei anni (o più anziani), che hanno già determinate esperienze di vita, diventano leader. I giovani maschi di età inferiore ai tre anni gli obbediscono incondizionatamente, e poi li espelle dalla mandria.

La cavalla principale prende il posto del leader durante la sua assenza. Il compito principale di questa "madre della famiglia" è quello di guidare giovani cavalli e altre donne dal pericolo. La femmina principale non è affatto dovuta alla sua condizione fisica, perché le giumente non scoprono il rapporto con la forza. Qui il criterio principale è l'esperienza e l'intelligenza dell'animale, così come le sue qualità riproduttive (fertilità).

Se è impossibile sfuggire alla minaccia, la mandria è allineata in un cerchio vivace, all'interno del quale nascono piccoli puledri e la principale femmina. La difesa principale tiene il leader e il giovane, subordinato a lui stalloni. Le femmine partecipano alla difesa quando necessario. Molto spesso, i mustang voltano le spalle al nemico, se necessario, per attivare la loro "arma mortale" - un potente colpo con gli zoccoli posteriori.

Nel cibo, questi cavalli sono abbastanza senza pretese. Il loro cibo principale è l'erba e gli arbusti che crescono nelle steppe. Il loro habitat abituale è il territorio con scarsa vegetazione e un piccolo numero di fonti d'acqua.

È per questo che le mandrie di questi cavalli devono fare lunghe transizioni per ubriacarsi abbastanza e provvedere alla quantità necessaria di mangime. Il conduttore o la donna principale, seguendo la sua memoria e la sua esperienza, guida la mandria verso i migliori pascoli e luoghi di abbeveraggio. Tuttavia, durante le transizioni lunghe, questi animali fanno tranquillamente senza cibo e bevande per diversi giorni.

Caratteristiche di riproduzione in condizioni naturali della natura selvaggia

Il periodo di accoppiamento ai mustang inizia in primavera e dura fino all'inizio dell'estate. Il diritto di accoppiarsi con le donne leader deve dimostrarsi in un duello feroce, perché solo il più forte dei maschi sarà "ammesso al corpo". Sono queste crudeli regole di selezione naturale che hanno permesso a questi animali di diventare così forti e duraturi.

Orsi della prole della prole da undici mesi. Di regola, c'è solo un puledro nella prole.

I gemelli per tutti, compresi i cavalli domestici, sono più probabilmente una deviazione dalla norma. Prima della nascita, la giumenta lascia la mandria alla ricerca di un angolo sicuro. I puledri nei primi giorni di vita sono molto vulnerabili. Il loro compito principale in questo momento è di alzarsi rapidamente in piedi e raggiungere le mammelle della madre.

Per quanto riguarda il suck, i giovani vengono solitamente trovati per i primi sei mesi, dopo di che passano completamente al cibo "per adulti".

Attualmente, la caccia a questi meravigliosi animali è vietata ovunque, e c'è la speranza che col tempo il loro bestiame crescerà. Dopotutto, poco al mondo può essere paragonato alla bellezza con una mandria di mustang che corre liberamente sopra la steppa sconfinata!

Qual è la differenza tra un mustang e un cavallo domestico?

Bella e libera come il vento, la Mustang può essere di un colore diverso, ma il più delle volte si trova a cavallo, a forma di baia e di colore rosso. Il mustang pesa fino a 500 kg, mentre la sua altezza (altezza al garrese) può raggiungere 1,5 metri. Questo animale forte e molto resistente vive negli Stati Uniti occidentali e conduce una vita da mandria, rannicchiata in una mandria. Il mustang differisce dal cavallo domestico, non frenato dal carattere, dalla resistenza e dalle dimensioni.

Stile di vita dei cavalli mustang selvaggi

Ogni mandria di mustang è diretta da un maschio. Ma prima deve raggiungere l'età di almeno 6 anni, al fine di avere esperienza in modo che il branco, in obbedienza, lo segua.

Nella sua sottomissione, di regola, ci sono diverse femmine con i loro puledri e giovani maschi. Ogni mandria vive sul suo territorio, in cui non solo sfiora, ma controlla anche, e in caso di pericolo e lo protegge. Per quanto riguarda quest'ultimo, durante il suo rilevamento, il cavalleggiante porta tutti in un luogo sicuro, e il capo della mandria rimane e prende la lotta dal nemico. Inoltre, difendendo se stessi contro un gran numero di nemici esterni, le mandrie possono entrare in un tacito accordo su una tregua temporanea e opporsi ai predatori insieme.

I cavalli selvaggi non hanno perso la bellezza e l'attrattiva degli antenati domestici

Cosa mangiano i mustang

La base della dieta dei mustang è il cibo vegetale, perché i mustang, per così dire, sono esclusivamente vegetariani.

La mancanza di cibo è un problema per loro, così come la mancanza di acqua, senza la quale i mustang possono andare avanti per molti giorni.

Conducendo lo stile di vita della mandria, i cavalli impararono a comunicare tra loro con l'aiuto di segnali - annusando e nitrendo.

Riproduzione di mustang

Il periodo di matrimonio dei mustang dura da aprile a luglio. In questo momento, i giovani maschi sono battaglie insolitamente feroci per il diritto di accoppiarsi con una femmina particolare.

La gravidanza dura 11 mesi e quando arriva il momento di partorire la femmina incinta si separa dalla mandria comune e va in un luogo sicuro, dove produce un puledro. La nascita di due puledri è un'eccezione e una rarità.

Proprio come quelli di casa, amano giocare nell'acqua.

Il puledro mustang appena nato è molto debole e indifeso. Con difficoltà a sollevarsi sulle gambe, raggiunge il latte di sua madre. Il colore del neonato lo nasconde in modo affidabile nell'erba alta, ma la giovane madre non può permettersi di combattere la mandria e dopo alcuni giorni, insieme al puledro, ritorna alla mandria.

Per 6-8 mesi, la femmina nutre il cucciolo con il suo latte e durante questo periodo ha il tempo di crescere e diventare più forte.

Puledro Mustang

Dopo aver raggiunto la terza età, il giovane stallone viene cacciato dalla mandria, quindi il maschio dominante non ha bisogno di competizione. E la mamma femmina può lasciare con il suo puledro adulto o rimanere nella mandria.

Nel loro habitat naturale i mustang vivono fino a 20 anni.

Mustang nemici

Recentemente, sfortunatamente, il loro numero è diminuito drasticamente. E ciò che è più deplorevole, non sono i nemici naturali dei mustang che sono da biasimare per questo: i predatori, ma l'uomo e la sua attività. Ossessionati dall'idea di sviluppare nuove terre, le persone hanno lunghi mustang sterminati, poiché è piuttosto difficile domarli. I Mustang sono amanti della libertà, sono la vera anima delle praterie.

Cavalli selvaggi Manych

Sul territorio della Riserva della Biosfera di Rostov c'è un'isola su cui vive la popolazione di cavalli selvatici. Questa isola si chiama Acqua e si trova nel mezzo del lago salato Manych-Gudilo. Ora nessuno sa esattamente come sono arrivati ​​i cavalli. Ci sono molte opinioni su questo punteggio. La versione più realistica è che i cavalli sono rimasti dopo la rovina della fattoria statale. Ma non sono meno belli e selvaggi da esso.

Ed è vero che non c'era una traccia dei miti e docili cavalli domestici. Questi sono animali attivi e ribelli esplosivi che sono costretti a combattere contro condizioni ambientali difficili. L'acqua dolce sull'isola è piccola, e in un clima caldo e secco, le piante rimangono succose e verdi per un tempo molto breve. Pertanto, a volte, in anni molto freddi o secchi, i cavalli vengono nutriti e abbeverati. Ma lo fanno in modo che il contatto con le persone sia minimo e solo se le condizioni sono troppo dure.

Inizialmente, questi erano i cavalli di razza Don, ma ora è rimasto poco dell'aspetto di Donchakov. Sono diventati più piccoli, in inverno sono coperti di pelliccia calda e, in generale, diventano simili ai cavalli primitivi.

Живут они небольшими семейными группами – табунами. В каждой группе выстроена четкая иерархия, которая понятна каждому члену табуна. Есть вожак – альфа-жеребец и есть альфа-кобыла. Остальные обязаны им подчиняться и следовать за ними. Именно вожаки решают, где есть, куда бежать и когда играть. Играть лошади, к слову, очень любят. Особенно молодняк. Giocano l'uno con l'altro o con giocattoli improvvisati (bastoncini, pietre, ecc.). E quando arriva la primavera, i cavalli si mostrano in tutta la loro gloria. Questo è un periodo di vita piena e attiva. È in primavera che si possono osservare le battaglie degli stalloni e le rituali danze matrimoniali e i giochi di puledri nati in inverno. In primavera non hanno bisogno di lottare per la vita, ma puoi godertelo.

Purtroppo, nel 2010, a causa del freddo inverno, la popolazione di quasi 400 individui è diminuita di oltre la metà. Ora, circa 160 capi di cavalli vivono sull'isola e per migliorare la qualità della loro vita, la crescita del bestiame è controllata. Inoltre, al fine di evitare la ripetizione della morte di massa del 2010, sull'isola è stato organizzato un oleodotto di acqua dolce.

Se stai per visitare l'isola di acqua, la cosa principale non dimenticare di prendere una macchina fotografica. Le foto luminose, caratteristiche e indimenticabili ti sono garantite, tuttavia, così come le impressioni.

La storia del cavallo Mustang

Gli storici, gli archeologi hanno scoperto che una volta i cavalli selvaggi nelle Americhe erano, ma le ragioni che rimangono non completamente chiare, si estinsero circa diecimila anni fa. Così, quando gli europei apparvero in America, non c'erano più cavalli. Nelle prime fasi della colonizzazione, gli spagnoli spesso usavano i cavalli per darsi un aspetto più maestoso, perché agli occhi degli indiani un cavaliere su un cavallo senza precedenti per loro sembrava quasi una divinità.

Mentre lo sviluppo del continente andava avanti e le relazioni tra indiani ed europei si deteriorarono, iniziarono ad apparire i cavalli selvaggi. Nelle schermaglie di combattimento, i cavalli che avevano perso il loro cavaliere fuggivano, spaventati dal rumore della battaglia. Inoltre, i nativi, che a volte riuscivano a impossessarsi dei cavalli come trofei, non sempre sapevano come usarli, e quindi li abbandonavano semplicemente. Alla fine, i cavalli impazziti fuggirono dai pascoli e dai banchi notturni dei colonialisti europei.

Dato che il cavallo è un animale socievole, i solitari latitanti si sono rapidamente raggruppati e hanno iniziato a moltiplicarsi, aumentando ulteriormente la popolazione di cavalli selvaggi. I tassi di crescita delle mandrie selvatiche erano così alti che all'inizio del XIX secolo numerose mandrie di questi animali erano state trovate ovunque nelle regioni steppiche delle Americhe dal Paraguay nel sud al Canada nel nord. A quel tempo, il numero di cavalli mustang selvaggi nel territorio attualmente occupato dagli Stati Uniti era di almeno 2 milioni di capi.

Durante questo periodo, i cavalli selvaggi erano un oggetto popolare di caccia, dal quale ricevevano molta carne e pelle di alta qualità. Tuttavia, presto la scala della caccia ha superato la capacità delle mandrie di compensare le perdite e la popolazione ha cominciato a declinare rapidamente. Il forte calo del numero di cavalli selvaggi è stato anche influenzato dall'espansione dei terreni arabili e dei pascoli recintati per gli animali da allevamento. Di conseguenza, all'inizio del XX secolo, il numero totale di mustang selvatici è sceso a diverse centinaia di migliaia.

È interessante notare che, all'inizio del secolo scorso, gli americani hanno catturato un numero enorme di mustang per usarli negli Stati Uniti-Spagna e nella prima guerra mondiale. Così, negli anni '30, c'erano solo da 50 a 150 mila cavalli selvaggi negli Stati Uniti. Negli anni '50 la popolazione si era ridotta ancora di più, fino a 25mila.

In connessione con la minaccia di estinzione dei cavalli selvaggi negli Stati Uniti, furono approvate una serie di leggi che limitavano e in seguito vietavano completamente la caccia ai mustang. Oggi, il numero di mustang americani di cavalli (ovvero, che vivono in Canada e negli Stati Uniti), secondo varie fonti, va da 25 a 35 mila teste.

Mustang in cultura

Sebbene i cavalli selvaggi si siano diffusi in tutto il Nuovo Mondo, al di fuori dell'America hanno imparato a conoscerli non dagli spagnoli, ma dai residenti negli Stati Uniti. Il termine "mustang" è di origine spagnola. Nei paesi dell'America di lingua spagnola, incluso il Messico, sono stati usati i termini "mestengo", "mesteño" e "mostrenco", che in diversi dialetti dello spagnolo significa "bestiame randagio (selvaggio o disegnato).

I Mustang hanno lasciato un segno significativo nella cultura dei popoli moderni d'America. Divennero il simbolo di una irrefrenabile sete di libertà, uno spirito libero e la libertà stessa in quanto tale. Ad esempio, si ritiene che i mustang, scappando dai cow-boys che stanno cercando di attirarli, siano deliberatamente gettati dalle sporgenze rocciose per evitare di soffocare. In realtà, naturalmente, questo è solo un mito, ma mostra bene come gli americani percepiscono i cavalli selvaggi. Pertanto, nella maggior parte delle foto, il cavallo mustang viene catturato in un fiero galoppo irrefrenabile.

Forti e aggraziati, i cavalli stessi sembrano animali molto maestosi, ei mustang sono doppiamente magnifici per il loro amore per la libertà. Non sorprende che molte persone creative abbiano usato la loro immagine nelle loro opere. I mustang venivano prontamente ritratti dagli artisti sulle loro tele, venivano spesso citati in prosa e in versi, erano richiesti per immagini in film e cartoni animati. Molto significativo a questo riguardo è il film animato relativamente recente Spirit: The Soul of the Prairies, che raffigura un Mustang archetipico, desideroso di libertà.

Infine, in onore dei mustang selvaggi, l'iconico modello di auto sportiva Ford Mustang è stato nominato per più di mezzo secolo negli Stati Uniti. Avendo assegnato un tale nome all'automobile, i creatori cercarono di sottolineare che è altrettanto forte, aggraziato, veloce, bello e amante della libertà, come un mustang selvaggio, che attraversa le praterie.

Non sarebbe esagerato affermare che in un certo senso gli americani considerano il mustang il simbolo dell'America stessa e del popolo americano. A questo proposito, è molto facile tracciare un parallelo tra i cavalli selvaggi amanti della libertà e i migranti dall'Europa, che erano alla ricerca della libertà per se stessi e per i propri figli nel Nuovo Mondo.

Foto e descrizione dei mustang selvatici

Sebbene il termine "cavallo mustang" sia usato in alcune fonti, è importante capire che questo cavallo non è una razza. In primo luogo, la razza è un complesso di caratteristiche di produttività e aspetto che appaiono negli animali domestici sotto l'influenza del lavoro di riproduzione umano. Di conseguenza, il concetto di razza non è applicabile agli animali selvatici.

In secondo luogo, i mustang vivevano e continuano a vivere in popolazioni isolate che raramente si intersecano o non si intersecano affatto. Di conseguenza, potrebbero esserci differenze significative tra i rappresentanti di diverse popolazioni.

Infine, in terzo luogo, nel sangue dei mustang ci sono geni di varie razze. Bene, dato che in questo caso non c'era nessuno che fissasse i tratti ereditari e standardizzasse l'esterno, anche all'interno della stessa popolazione potrebbero esserci differenze significative tra gli animali.

Tuttavia, può essere fornita una descrizione generale dei mustang. Allevatori di cavalli esperti, anche solo guardando le foto e i video dei mustang selvaggi, noteranno immediatamente nel loro aspetto caratteristiche ancora distinguibili di vecchie razze europee, di cui le prime mandrie di mustang furono formate secoli fa. Soprattutto rimasero molti segni delle razze spagnole e francesi, perché nei secoli XVI-XVII, Spagna e Francia dominavano il Nord America più attivamente degli inglesi. Anche le caratteristiche visibili dei cavalli olandesi, in particolare le razze pesanti. Inoltre, ci devono essere geni di molti altri cavalli europei nel sangue dei mustang, inclusi persino i pony.

In condizioni di selezione naturale, i geni dei pony deboli e di altre razze decorative sono stati persi come inutili. Gradualmente i mustang formavano un aspetto più o meno comune, simile ai cavalli da sella. Grazie alla velocità, possono facilmente allontanarsi dai predatori e la forza che hanno ereditato dai cavalli pesanti li ha dotati di resistenza.

In generale, si può dire che il mustang è distinto da un cavallo con un migliore adattamento alla vita senza una persona. È molto veloce, forte e duraturo, completamente senza pretese per la vita all'aria aperta (dopotutto, semplicemente non ha nient'altro da fare) e ha un'immunità molto forte.

Anche se tradizionalmente i mustang sono ritratti come alti e aggraziati, questo è solo un marchio culturale che è già stato menzionato sopra. In realtà, questi sono relativamente piccoli cavalli fino a 150 cm di altezza al garrese e un peso fino a 400 kg. La costituzione del corpo è molto leggera. Tutti insieme, questo permette ai Mustang di sviluppare una grande velocità, senza, tuttavia, spendere troppa energia al galoppo.

I semi sono principalmente macchiati, abbaiati e rossi. Ma il mustang nero è un cavallo molto raro, ma è considerato particolarmente bello.

Stile di vita Mustang

Come i loro antichi antenati, i moderni cavalli selvaggi vivono in branchi, ognuno dei quali ha una media di 15-20 individui. In rari casi, di più. Grandi mandrie con dozzine o centinaia di teste - niente più che finzione artistica. Ognuna di queste "famiglie" ha il proprio territorio, che deve essere protetto dai concorrenti.

Nel branco una semplice gerarchia: un maschio alfa e una femmina principale. Il maschio alfa stabilisce la direzione per il movimento della mandria, "organizza" (se si può dire sugli animali selvaggi) la difesa dai predatori e ha anche il diritto incondizionato di accoppiarsi con qualsiasi femmina nella mandria. La sua superiorità alfa maschile è costretta a difendere in scontri regolari con i candidati per il "trono". Ad eccezione di queste schermaglie, gli altri maschi gli obbediscono sempre incondizionatamente.

La casa mare è una specie di maschio alfa "deputato". Conduce una mandria se il principale è impegnato in una schermaglia con aspiranti o con predatori. In questo caso, gli altri maschi le obbediscono sempre. Lo status della donna principale è determinato non dalla forza e dall'esperienza, ma dalla fecondità, quindi non ci sono quasi scontri per la leadership tra le femmine.

Un'interessante strategia di difesa intrapresa dai mustang di fronte al pericolo. La mandria è allineata in una figura che assomiglia da remoto a un quadrato militare: al centro del cerchio ci sono puledri e femmine, e lungo il perimetro i maschi sono rivolti verso il centro e verso la groppa predatrice. In questa posizione, i maschi possono usare la loro arma principale: i piedi posteriori. Sfortunatamente, non è così facile trovare un video di cavalli mustang che eseguono questa figura, ma questa tattica sembra vivace.

Essendo un classico esempio di erbivoro, i mustang si nutrono di erbe selvatiche e alcuni arbusti. Oggi i cavalli selvaggi sono cacciati dall'uomo a terra che è inadatto all'agricoltura, cioè scarsa sulla vegetazione e sulle acque superficiali. Per questo motivo, le mandrie devono percorrere decine di chilometri al giorno alla ricerca di erba e acqua. Poiché è il maschio alfa che guida la mandria, una delle qualità più importanti per lui è una grande esperienza e un buon ricordo per portare la mandria all'acqua o al pascolo. Per questo motivo, i giovani inesperti maschi non diventano mai leader.

Il ciclo di riproduzione dei mustang inizia in primavera. L'accoppiamento può continuare fino all'inizio dell'estate, mentre i maschi devono in brutali schermaglie dimostrare il loro diritto di accedere alle femmine. A causa del fatto che solo la vittoria più forte, il pool di geni mustang è in costante miglioramento.

La gravidanza delle femmine dura 11 mesi, cioè, alla luce dei puledri compaiono la prossima primavera. Di regola, una cavalla dà alla luce un solo puledro, la nascita di due è una patologia piuttosto che la norma. I primi sei mesi, i giovani si nutrono del latte materno e poi passano al pascolo. Le foto dei cavalli mustang con i puledri sono uno degli spettacoli più belli.

Taming Mustang

Seimila anni fa, la gente era già riuscita a domare il tarpan selvatico, che rappresentava cavalli moderni. Pertanto, domare i mustang selvatici è ancora più facile. Tuttavia, ci sono alcune difficoltà associate al fatto che le leggi statunitensi proteggono i mustang come un animale selvatico prezioso e raro. Tuttavia, un certo numero di cavalli selvaggi vivono in un tipo speciale di prenotazione, dove non sono considerati selvaggi in senso pieno, e quindi possono essere catturati.

Portare un mustang e consegnarlo alla stalla è un compito tecnico relativamente semplice. La difficoltà sta altrove: il mustang rimane ancora selvaggio. Non c'è da meravigliarsi se i cavalli domestici iniziano a guidare in tenera età. Un vecchio cavallo è molto più difficile da insegnare a camminare sotto una sella di un giovane. Fare il mustang camminare sotto la sella è ancora più difficile, perché è cresciuto e si è formato come una "persona", non conoscendo affatto una persona. Di conseguenza, il processo di addomesticamento e medicazione sarà piuttosto lungo e noioso.

Infine, dopo aver domato e deviato all'uscita, si ottiene comunque essenzialmente un cavallo ibrido, che ha un aspetto molto mediocre. D'altra parte, il mustang è molto forte, resistente e in grado di saltare velocemente. Sì, e alle condizioni di detenzione, non è affatto esigente, perché fin dalla tenera età era abituato a mangiare poca vegetazione e bere acqua ghiacciata.

A proposito, visto che i mustang si trovano solo in America, domare e cavalcare un cavallo selvaggio è la metà del costo. Dopotutto, deve essere consegnato in Russia in mezzo mondo, il che richiederà notevoli costi aggiuntivi. Di conseguenza, otterrai un cavallo molto costoso, che, molto probabilmente, avrà un brutto carattere e non le migliori caratteristiche sportive.

zoo-club-org